Pagina Iniziale 

Pagina iniziale
In evidenza
Cenni Storici
Informazioni
Concerti
Cineforum
Iniziative
Oratorio
Contattaci
Foto
Estate 2014 - Luglio e Agosto
ORARI ESTIVI SS. MESSE

SAN VINCENZO in prato

FERIALI - 18:00

VIGILIARE - 18:00

FESTIVE - 08:30 / 10:30 / 18:00

S. VITTORE al corpo

FERIALI - 08:00

VIGILIARE - 18:00

FESTIVE - 08:30 / 10:30 / 18:00

S. AMBROGIO

FERIALI - 09:00 / 18:30

VIGILIARE - 18:30

FESTIVE - 08:00 / 10:00 / 12:15 / 19:00
COMUNICAZIONI

ORATORIO FERIALE E VACANZE A CLAVIERE

Sono in pieno svolgimento le attività estive dei nostri oratori, che coinvolgono un grande numero di partecipanti.
Un grazie riconoscente al Signore
Ma anche a don Marco, don Luca, p. Robert
Al gruppo animatori, sempre entusiasta
Ed ai genitori che hanno dato la loro disponibilità

A tutte le famiglie della parrocchia auguriamo una serena estate
DA RICORDARE

LUNEDI' 15 SETTEMBRE

Alle ore 21:00 inizia il corso fidanzati annuale presso la casa parrocchiale.
Le coppie che stanno programmando la celebrazione delle nozze l’anno prossimo, prendano contatto con il parroco

N.B. chi parte per le vacanze si ricordi dei poveri che rimangono in città

Pensieri piccoli
di don Giambattista

Sia lodato Gesù Cristo

Sto sganciando il lucchetto-antifurto della bici e mi sfiora un signore:
 -Una volta incontrando un sacerdote si diceva: “Sia lodato Gesù Cristo” adesso, forse, non usa più!
Naturalmente rispondo secondo la “vecchia” ritualità:
 -Sempre sia lodato.
In sella poi scorrono pensieri e fantasie. Anzitutto: mi vien fatto di pensare alla riconoscibilità esteriore, già d’abito, del sacerdote. Ahimè non ci si bada che poco, eppure è innegabile se non proprio annunci, almen alluda ad un che d’insolito, di pulito, di dedito, di benevolo.
Poi pedalando lemme, come è concesso da età e agio di mole, rifletto sulla lode al Signore.
Gusto non sia saluto diretto alla persona, ma alla figura, al servizio (benché ne avesse spesso senso, nell’allusione sottile a tratto di deferenza).
Eppure, lodare il Signore riporta ad uno stato d'animo gioioso, riferito a che, se non alla vita?
Bello! Mi evoca il mondo dei salmi, dove il senso della vita è la lode del Signore, il respiro d’ogni cosa (ne salgono tanti alla mente, forse il 150°, l’ultimo, ed anche il cantico dei tre fanciulli).
Un flashback di giovinezza mi riporta il saluto tra cristiani in Dalmazia:
 -Qvalian Isus! Grazie Gesù!
Mi sento nella pace e nella bellezza di Dio. Per così poco? Un saluto fatto della lode al Signore è davvero una cosa piccola, eppure, oggi, mi pare tanto grande da riempimi l’animo di gratitudine per essere prete in mezzo alla gente.




Perché dei segni
di don Giambattista

Il Signore sia con voi!

“Il Signore sia con voi”: più volte ricorrente è l’augurio che il sacerdote lancia all’assemblea riunita per la Messa (e in una gran serie di altre occasioni, appena ci si incontri liturgicamente).
Dobbiamo proprio dire -almeno al nostro proposito- che la nostra lingua è piuttosto grezza ed il saluto-augurio così leggero in latino, senza la precisazione pedante del verbo, lo lasciava sfumato: Dominus vobiscum = il Signore con voi, alludendo già a presenza (l’aveva detto Lui: dove due o tre… là anch’io) e facendone augurio che lancia impegno: abbiamo da far posto e dar visibilità al Signore Gesù tra noi.
È certo anche esortazione che valica il momento, la battuta temporale; il sacerdote esorta a portare con noi il Signore ben al di là della celebrazione, nella vita d’ogni dì allora: è evidente!
Il Signore è con noi perché siamo, dopo ch’è salito al cielo, la sua visibilità, la sua presenza, ma abbiamo assai bisogno di ricordarlo perché possiamo davvero essere sua presenza viva e cosciente.
Il sacerdote lo ripete: -Il Signore sia con voi.
Qualcuno innova: -Il Signore è con voi.
Francamente mi piace meno il condizionare le espressioni codificate del messale a interpretazione personale, ma certo è senso vero.
Con umile ossequio non mi scosto dal testo, ma l’augurio è certezza di presenza del Signore, non per la santità soggettiva dell’assemblea, ma per una promessa che tutti abbraccia, ed è del Signore Gesù.




 

Celebrazione della Santa Cresima
10 maggio 2014


Lo scorso 10 maggio abbiamo vissuto la celebrazione della Santa Cresima dei ragazzi delle Parrocchie di San Vincenzo e San Vittore, tra quali era nostro figlio Lorenzo.
Sono stati per noi momenti di momenti di grande emozione.
L’arrivo in chiesa, a San Vittore, di questi 50 ragazzi e ragazze che abbiamo per la gran parte conosciuto bambini, in diverse occasioni, nel quartiere, e che vediamo cresciuti, con lo sguardo emozionato e consapevole dell’importanza del momento.
La presenza al loro fianco dei padrini e delle madrine, chiamati ad essere un punto di riferimento ulteriore e diverso da noi, i loro genitori. 
L’omelia del Vescovo De Scalzi, che spiegando loro i simboli della liturgia e l’essenza dei doni che stavano per ricevere, li ha esortati ad accoglierli per crescere nella fede, nell’amore, in sapienza e forza.
I loro nomi chiamati, uno per uno, dai Parroci Don Giambattista e Don Gabriele, e le loro risposte: “Eccomi!”. Infine il Sacramento, impartito dal Vescovo a ogni ragazzo e ragazza.
Abbiamo vissuto questa esperienza di fede, insieme ai nostri figli, con un’intensità grande, che abbiamo cercato di esprimere attraverso la preghiera preparata durante la giornata del ritiro, ispirata al Salmo 139:
“Signore, tu ci scruti e ci conosci, osservi il nostro cammino e ti sono note tutte le nostre vie. A te oggi affidiamo i nostri ragazzi e le nostre ragazze, che ricevono il dono dell’effusione dello Spirito Santo e con questo dono iniziano la vita cristiana adulta. Guidali in questo cammino, rendili forti e aiutali a diventare tuoi testimoni attivi e consapevoli, nella comunità, a scuola e in famiglia. Sostieni noi genitori nel nostro impegno ad essere per loro un saldo punto di riferimento e al contempo donaci la capacità di lasciarli esprimere, perché trovino il proprio percorso di vita e di fede. O Signore, continua a fare di loro e di tutti noi una meraviglia stupenda!”

Antonella Beretta e Luca Finetti


 

AI GENITORI DEI RAGAZZI/E
Che nell’anno 2014 - 15 frequenteranno la SECONDA ELEMENTARE


Carissimi genitori,
da molto tempo, gli itinerari di iniziazione cristiana ponevano l’inizio della catechesi in preparazione alla Prima Comunione e alla Cresima in terza elementare: dall’anno scorso, pur se con cadenza solo mensile non ancora settimanale, il cammino ha preso inizio con i ragazzi di seconda.
Già alcuni di voi sono venuti in Parrocchia per informarsi sulle modalità concrete della proposta; vi siamo grati di un’attenzione sia nei nostri confronti che, e più, del desiderio di accompagnare i nostri piccoli già dai primi passi in questi albori di consapevolezza cristiana.
Siamo convinti che la prima Comunione non sia solo momento di emozioni evocative, ma di profondo significato nella vita dei nostri bambini, perché incontro con il Signore Gesù salvatore, segreto della felicità vera dei nostri figli e di ognuno di noi, vissuto all’interno della Comunità cristiana.
Riteniamo importante, anzi, necessario, condividere davvero questo cammino che prenderà inizio col prossimo anno. Vorremmo allora proporre, prima di iscrivere i vostri figli al catechismo, alcuni momenti in cui, incontrandoci, abbiamo meglio a conoscerci, ascoltarci, dialogare insieme sulla Buona Notizia che è il Signore non solo per i nostri bambini, ma per tutti noi e le nostre famiglie.
Concretamente: a settembre, subito dopo l’inizio della scuola, vi invitiamo, a riprendere contatto con le Parrocchie per date ed orari in cui ci potremo tutti incontrare.
Teniamo molto a questi momenti insieme tanto che la possibilità di iscrivere i ragazzi sarà data solamente ed esclusivamente in quelle occasioni.
Per aiutare sin d’ora, a programmare le attività dei vostri bambini, cosa talvolta assai complicata, già vi indichiamo il giorno della catechesi che rimarrà poi sempre fisso anche negli anni successivi.

presso la parrocchia di s. Vincenzo in prato
il giorno dedicato alla catechesi sarà il MERCOLEDI’  dalle 17.00 alle 18.00.
presso la parrocchia di s. Vittore al Corpo
il giorno dedicato alla catechesi sarà il  MARTEDI’  dalle 17.00 alle 18.00.

Ripetiamo: OGNI CLASSE CONSERVERA’ LO STESSO GIORNO DI CATECHISMO DALLA SECONDA ELEMENTARE ALLA CRESIMA, ALL’INIZIO DELLA  PRIMA MEDIA.

Con grato animo per la disponibilità alla collaborazione educativa nel cammino cristiano, vi auguriamo una buona estate!

don Marco, don Gabriele, don Giambattista

Promemoria
 

PRIMA DI SEGNARE SULL'AGENDA
INTENZIONI DI SS. MESSE


  1. durante L’OTTAVA DEI DEFUNTI vengono ricordati tutti i defunti della parrocchia, e pertanto invitiamo a segnare i nomi dei propri cari sull’apposito registro che si trova a metà Chiesa sul tavolino.

  2. OGNI SABATO SERA E DOMENICA durante la celebrazione delle SS. Messe verranno ricordati i defunti della settimana, insieme con i bambini che vengono battezzati e gli sposi che hanno celebrato le loro nozze.

  3. E’ possibile segnare le date significative sulla agenda delle Messe in sacristia, con la preoccupazione di favorire che tutti possano ricordare i propri cari e pertanto evitando di richiedere la celebrazioni mensili o cercando di ricordare insieme le persone care.



Il Libro della Vita
Sono diventati Figli di Dio e membri della nostra comunità parrocchiale

LUCA BICCI
MARTINA GRANDI
FILIPPO SCARSI
ANNALISA MASSA

Si sono uniti in Cristo per tutta la vita
GILDA CENICCOLA
ELISA FICARAZZI
ALESSANDRA PERONI
PAOLA ALIPRANDI
PATRIZIA BERGAMASCHI
e
e
e
e
e
STEFANO DECARLI
MICHELE FERRI
ALESSANDRO VAGHI
TOMMASO BRAMBILLA
GENNARO MARRA
Sono tornati alla casa del Padre

MARIALUISA LANZI
CARLO COLOMBO

anni 79
anni 83