Pagina Iniziale 

Pagina iniziale
In evidenza
Cenni Storici
Informazioni
Concerti
Cineforum
Iniziative
Oratorio
Contattaci
Foto
DICEMBRE 2017
PROGRAMMA TEMPO NATALIZIO

NOVENA DI NATALE

Dal 16 dicembre per i ragazzi Novena di Natale in S. VIncenzo e in S. Vittore
ha lo scopo di preparare nella preghiera e nella mortificazione il prezione Natale del signore

CONCERTO D'ORGANO

Sabato 16 dicembre alle ore 16:45 in S. Vincenzo concerto d'organo con il nostro organista Giulio Mercati e Sandro, voce recitante.

VEGLIA NATALIZIA

Giovedì 21 alle ore 21:00 presso la chiesa di S. Vittore al Corpo Veglia Natalizia organizzata dal gruppo scout

I FRUTTI DELLA CARITA' DEL TEMPO DI AVVENTO

Come oramai buona tradizione si continueranno a raccogliere generi alimentari, sia in Chiesa che tra i ragazzi, che i gruppi di volontariato vincenziano distribuiranno ai poveri.
Come già anticipato, per le festività natalizie le famiglie sono invitate a portare in Chiesta i frutti delle rinuncie del tempo di Avvento a favore delle iniziative della Caritas.

S. NATALE

VIGILIA
Ore 18:00 S. Messa animata dai ragazzi sia in S. Vincenzo che in S. Vittore
Ore 24:00 S. Messa solenne animata dalla Corale parrocchiale

Giorno di NATALE
Orario festivo

31 DICEMBRE E 1° GENNAIO

Ultimo dell'anno ore 18:00 S. Messa durante la quale sarà cantato il solenne Te Deum di ringraziamento.

Capodanno Giornata mondiale della pace, orario festivo

SOLENNITA' DELL'EPIFANIA

Si celebra la giornata missionaria per i ragazzi/e
 

La gioia di ricevere i doni dello Spirito Santo
Confermazioni dei ragazzi di prima media 


San Vincenzo in Prato

Nella parrocchia di San Vincenzo in Prato, il 29 ottobre 2017, i ragazzi di prima media hanno ricevuto i doni dello Spirito Santo.
La Confermazione è stata celebrata dal Vescovo Mons. Erminio De Scalzi.
I ragazzi erano molto felici e allo stesso momento un po’ trepidanti di ricevere la Cresima.
Si vedeva nei loro occhi una gioia immensa. Quando la messa è iniziata i ragazzi hanno guardato con ammirazione il vescovo, come segno di Gesù rivenuto in Terra.
La celebrazione è stata molto seguita ed in particolare le parole che il Vescovo ha rivolto ai cresimandi, a padrini e madrine e alle loro famiglie durante la predica sono state molto toccanti.
Tutti sono restati in silenzio ad ascoltare le sue parole.
Ha spiegato bene ai ragazzi, ma anche agli adulti, cos’è la Cresima, perchè erano lì a riceverla, e come bisogna comportarsi. Ha indicato loro il cammino che dovranno percorrere dicendo loro che quello che li attendeva da lì a poco non era un punto di arrivo, ma di partenza. Dal momento della Cresima sono diventati testimoni di Cristo nel mondo.
Ha sottolineato l’importanza della figura dei padrini e delle madrine, la responsabilità che nasce in particolare dall’essere stati scelti dai ragazzi per averli al loro fianco. Ha detto anche a loro che il loro compito inizia ora, un compito di guida, insieme ai genitori, nel cammino di Fede dei cresimati.
Il momento della Crismazione ha fatto trasparire tutta la gioia e l’emozione che i ragazzi avevano nel cuore.
Tutti i ragazzi con i padrini e le madrine in fila, ad aspettare il loro momento. In molti si vedeva la voglia di sorpassare tutte le persone davanti per poterla ricevere subito, in quell’istante, in quel momento, è stato bellissimo poter vedere nei loro occhi la felicità di poter vivere con Gesù sempre, per tutta la vita. Ecco il momento, tutti hanno ricevuto la Cresima, hanno ricevuto lo Spirito Santo, e con i suoi doni, è iniziato il loro cammino di Fede, che li porterà a vivere una vita ricca di gioia e felicità.
All’offertorio i ragazzi hanno portato oltre al pane e al vino, la sciarpa che hanno indossato quando hanno incontrato Papa Francesco a San Siro, perchè erano proprio loro i ragazzi che hanno avuto la fortuna di poter incontrare il Papa nel loro cammino in preparazione alla Cresima; poi hanno portato 7 candele che simboleggiavano i 7 doni dello Spirito Santo.
La messa è stata molto bella e partecipata, la chiesa era gremita, ma tutti hanno partecipato con attenzione e gioia.
Adesso i ragazzi sono attesi nella parrocchia di Sant’Ambrogio per iniziare un nuovo cammino di catechesi con i ragazzi proprio di Sant’Ambrogio e di San Vittore.

Anna, una sorella


San Vittore al Corpo

Sabato 28 ottobre alle ore 18, nella Basilica di San Vittore al Corpo, i nostri ragazzi di I media, hanno ricevuto il Sacramento della Confermazione, da Sua Ecc.za Erminio De Scalzi. La commozione, mista alla gioia, ha caratterizzato la solenne celebrazione, che è iniziata con l'ingresso dei bambini dal portone principale, accompagnati da madrine, padrini, parenti e catechiste. Mons. De Scalzi, riferendosi alle letture proposte, ha messo in luce il significato dello Spirito Santo, che d'ora in avanti darà un nuovo significato alla vita di ogni cresimato, facendolo diventare  testimone della bellezza dell'amore Santo di Dio: di quell' Amore che illumina la nostra vita, se noi impariamo a porci in Suo ascolto. Poi ha esortato i ragazzi a non abbandonare la vita dell'oratorio e a continuare la loro presenza in chiesa. Ricollegandosi a ciò che ha detto Papa Francesco allo stadio di San Siro: "La Cresima non è il Sacramento dell'arrivederci"!, anche il nuovo coadiutore, don Luca Melchioretto, entrato velocemente nella realtà della nostra parrocchia, ha posto l'attenzione e ha acceso l'interesse per proseguire gli incontri nell'oratorio della Basilica di  Sant' Ambrogio.
Come catechista, vorrei sottolineare, a differenza del pensiero di tanti, che la Cresima non è solo un "sacramento di passaggio" dall'infanzia all'adolescenza; questo percorso coi bambini, personalmente è stata l'occasione per rinsaldare il significato di Dio nella mia vita, per capire quanto sia importante avere una fede radicata nell' amore per  l'Altissimo. Nella preparazione della  Cresima, accanto a momenti di meditazione, preghiera, silenzio e giochi, ci sono stati altri momenti passati insieme, dove all'interno di ogni gruppo, ci è stato dato modo di esercitare il nostro senso di responsabilità educativa.
In quel soleggiato tardo pomeriggio d'autunno, la cerimonia si è svolta in un clima di grande emozione, accompagnata dai canti e dalla partecipazione di tutti i presenti, soprattutto nel momento centrale, quando Sua Ecc.za De Scalzi ha unto col Sacro Crisma la fronte di ogni cresimando. Il tutto si è composto in una fila ordinata al centro della navata, con padrini e madrine al seguito, che hanno delineato una quasi perfetta coreografia.
Il lavoro dello Spirito Santo nei cuori è misterioso, ma sempre magnifico!

Paola Guarini Sangiovanni
 

Il Teatro Ariberto vi aspetta


Siamo ormai alla quinta stagione del teatro, e continuiamo con gli stessi  entusiasmi  dell’inizio a mettere in scena  spettacoli  che coniughino qualità artistica e contenuti  significativi.
Sia in San Vincenzo che a San Vittore potete avere sempre sotto gli occhi la nostra programmazione. Questa volta però vorremmo attirare la vostra attenzione su tre spettacoli  che hanno una particolare valenza sociale:

24 novembre   DONNE TRA VIOLENZA E ABUSO

1 dicembre      UNDICESIMO COMANDAMENTO

16 dicembre    L’ECCEZIONE E LA REGOLA

I primi due sono a ridosso del 25 novembre, che è la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, e  ne interpretano il tema ; il terzo è una rielaborazione di un testo di Bertolt Brecht.  In tutti e tre i lavori gli attori  sono particolari: un pastore protestante,  detenuti  ed ex-detenuti del carcere di Opera , pazienti dell’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini.
Nel  secondo e terzo spettacolo la qualità degli spettacoli è garantita dai registi professionisti, e lo potrete constatare, mentre il valore aggiunto della ricaduta in termini di umanità e dignità sulle  persone al margine della società che si dedicano  con disciplina e costanza ad una attività artistica non è misurabile.
E ognuno di noi potrà incrementare questo valore  semplicemente tramite una presenza, un biglietto, un passa- parola… Vi aspettiamo, e proveremo tutti  una grande gioia.

Il piccolo staff del teatro
 
Promemoria
 

INDICAZIONI SULLE INTENZIONI DI SS. MESSE


  1. OGNI SABATO SERA E DOMENICA durante la celebrazione delle SS. Messe verranno ricordati i defunti della settimana, insieme con i bambini che vengono battezzati e gli sposi che hanno celebrato le loro nozze.

  2. In sacrestia è disponibile l’agenda annuale.
    E’ possibile ricordare in particolare i propri cari, vivi e defunti NEI GIORNI FERIALI, anche se si prenderà una sola intenzione per s. Messa evitando il cumulo di diverse intenzioni.
    Si invitano i fedeli a ricordare insieme le persone della famiglia, ed a segnare le date significative sulla agenda delle Messe in sacristia, con la preoccupazione di favorire che tutti possano ricordare i propri cari.



Il Libro della Vita di S. Vincenzo in Prato
Sono diventati Figli di Dio e membri della
nostra comunità parrocchiale
VALERIA ALLEGRI
CATERINA ZANI
FRANCESCO TODINO
EDOARDO TAMBURRINO
Si sono uniti in Cristo per tutta la vita



Sono tornati alla casa del Padre
ANGELA LOCATELLI
NATALIA SAVONA
ANGELO EVOLA
DELFINA VEZZOLI
anni 89
anni 
anni 85
anni 72
Il Libro della Vita di S. Vittore al Corpo
Sono diventati Figli di Dio e membri della
nostra comunità parrocchiale
PETRO AMATO
AGNESE RIBONI
CAROLINA PIAZZALUNGA
Si sono uniti in Cristo per tutta la vita
FRANCESCA LA RUE
e
FEDERICO KALCHSHMIDT
Sono tornati alla casa del Padre
GIUSEPPE MASSA
RENATO MEREGALLI
anni 84
anni 95